L'inaugurazione del porto rinviata in autunno ma da primo luglio accesso alle imbarcazioni e negozi aperti

Capo d'Orlando - "Bisogna essere pazienti: non si produce un bambino in un mese mettendo incinte nove donne". La frase del noto imprenditore americano Warren Buffet rende perfettamente l'idea per spiegare al meglio quegli intoppi burocratici tutti italiani che spesso deludono le aspettative e impegnano le strutture operative oltre ogni limite.

Qualche ritardo nell’affidamento demaniale,  richieste di "accatastamento" degli stabili adibiti ad attività commerciali necessario per il rogito con gli affittuari, autorizzazioni varie (si sta costruendo un paese e non solo un porto) sono alcuni dei motivi per i quali i tempi si assottigliano e la percezione è di un accumulo di ritardi.

Secondo il CEO della MP Network che gestirà l'approdo "Non è così". Enrico Bertacchi spiega che "Nei prossimi giorni la Guardia Costiera e gli altri enti coinvolti  avranno modo di verificare che le condizioni per l’accessibilità dal mare sono rispettate e potrà essere emessa l’Ordinanza per l’accesso in marina. L’ingresso viene confermato per il primo giorno di luglio ed anche per chi volesse portare le imbarcazioni via terra la Marina di Capo d’Orlando si sta organizzando per dare un supporto operativo. Anche gli esercizi commerciali andranno via via a regime nel mese di luglio. Le procedure di accatastamento procedono e non riteniamo che si accumuleranno ulteriori ritardi. In questo momento tre esercizi commerciali stanno ultimando i propri negozi per essere pronti dai primi di luglio. Gli altri a seguire" conclude Bertacchi.

Insomma, la notizia che da giorni circolava e veniva segnalata, relativa al rinvio dell'apertura del porto non è assolutamente veritiera. Verrà rinviato esclusivamente l'evento che la MP Network, gestori della struttura, e l'ATI proprietaria, stanno organizzando per rendere memorabile una giornata che verrà ricordata da tutti e non soltanto dagli orlandini.