Presentata la "Round Aeolian Race"

Il suo primo record lo ha già frantumato; dopo i 23 partecipanti del 2019, anno del suo debutto, la "Round Aeolian Race" fa capire già da questa seconda edizione le sue potenzialità, sfiorando la impensabile quota di 40 equipaggi.

Al via sono attese infatti 37 imbarcazioni, che dovranno cimentarsi sullo spendido percorso dell’arcipelago eoliano, pronte ad affrontare condizioni difficili, a causa di una perturbazione prevista arrivare da venerdì sul tirreno meridionale.

La manifestazione, sospesa a marzo a causa dell’emergenza  Covid, è stata riprogrammata nel calendario 2020 da parte dello YCCO che non ha voluto desistere dalle difficoltà organizzative derivanti dal problema sanitario. Da quest’anno tra l'altro la RAR è stata inserita nel calendario Federale come regata di livello nazionale.

Questa edizione assume inoltre un significato unico per via della presenza quale co-organizzatore dello YC Bergamo Città dei Mille gemellato con YCCO, che il club siciliano ha voluto coinvolgere in segno di vicinanza per quanto accaduto nella scorsa primavera.

Significativa per il territorio la provenienza delle imbarcazioni: lo scorso anno erano solo siciliane e 2 calabresi. Quest’anno le calabresi sono passate a 4, due dalla Puglia e 1 dalla Campania, oltre agli amici bergamaschi che partecipano con un intero equipaggio. Ben 4 le imbarcazioni presenti con il guidone del Club di casa.

Saranno presenti anche 2 multiscafi, dato che la regata è stata inoltre inserita come tappa del circuito nazionale multiscafi.

Sarà possibile seguire le fasi salienti della regata con le telecronache sul canale video Saily.it, mentre sarà possibile seguire il percorso delle imbarcazioni grazie al tracking che sarà disponibile a partire da giovedì mattina sul sito www.roundaeolianrace.it